Bio

Pagina

viviennelanuit
Italia

Biografia: Vivienne è un po' scrittrice, un po' fashion addicted e un po' globetrotter, adesso è una blogger, ma si sente anche una saggista e un umorista, oltre che serotonina-dipendente-part time, insalata verde con limone e découpage! A volte è vegetariana, a volte è vegana, e a volte è una ruminante di oggetti di plastica, tipo-tappi-di-penne-Bic, ma tranquilli, digerisce solo le penne rosse! Anche se, negli ultimi tempi, con l'aiuto di un Alka-Seltzer! 😉 Doverosa per lei la lettura di Bukowski e di Osho, necessario l’ascolto di Frank Zappa e degli FSOL. Catturata dalle stagioni di Rohmer e dai piani sequenza di Miklós Jancsó, immagina tutta la sua vita come un gigantesco e variopinto acquarello, forse più annacquato che colorato! E soprattutto, senza la chitarra di Toquinho! Laureata sulla carta, giornalista quanto basta, le piace scrivere storie erotiche e forse d’Amore? Raccontarne passioni e ardori, per quanto le sia concesso dalle parole e dal loro spazio! Autoirònica irriverente e fastidiosa, con i suoi modi criptici fa incazzare da morire le persone intorno a lei, (pòracci pensano sempre che voglia prenderli per i fondelli!) Parla come se leggesse tra le righe, e si guarda intorno come se fosse circondata da Epifanìe e simboli magici, certo, la sua componente mistica l’aiuterà nella vecchiaia, dove giocherà a burraco e fumerà come una turca, ma, per il momento, fa gli scongiuri alle rughe e detesta le etichette, i cliquées e gli schemi mentali, Vivienne ama la vita e vive e lascia vivere! In soldoni! A volte aggiunge qualcosa di nuovo alla sua Biò, come direbbero i tombeur d'Oltralpe, a volte modifica qualche parolina, a volte non le va di aggiungere proprio un bel niente! (In vero sembra più una poetica e una visione del mondo, questa ostentazione di sé! Che noia l'autoreferenzialità eh? Ci siamo passati tutti prima o poi!) Curiosa di tutto ciò che la vita può offrirle, non cerca conferme ed emana autodafé continui ai sensi di colpa. Ha costruito questo spazio rarefatto, perché shhh nessuno sa che scrive zozzerie! Qui conserva tutti i suoi racconti e tutte le sue impressioni sul sesso e sull’amore in generale, perché si sa l'espressione "in generale" salva da molte situazioni imbarazzanti! Varie ed eventuali Tutti i miei racconti sono protetti da Copyright - ©, e sono destinati ad un pubblico adulto. Le fotografie, utilizzate a sfondo dei miei scritti sono d'autore e sono anch'esse protette da copyright, insieme ai quadri, ai disegni, a qualche hit ammuffita o a qualche film retrò! Ciò non toglie che, "nel corredo alle mie storielle" non scelga o tenga a mente anche manufatti cheap e nationàl- popolari, giusto così, per tenere a bada la calca! Per mio conto possono anche non avercelo un autore, e scelgo immagini anche Kitsch, perché a me piace usare questo termine ... 😉 ma l' Arte, si sa, circola libera, e, anche se intrappolata nella rete, IO LA CITO SEMPRE! Vivienne Foto copertina WP: BARBAR!NA DOUBLE IN 15, Luca Rubbi Immagine Gravatar: Armando Prieto Perez, matita, Desnudo Feminino.

Visualizza profilo completo

 

16 pensieri su “Bio

  1. Credo che scrivere “zozzerie” sia molto difficile più che imbarazzante. Avere continui stimoli cretaivi idonei a creare la favola delle favole… l’accadimento sognato con la signora della porta accanto o qualsiasi altro occorra a creare l’effervescenza dei sensi, muove l’effetto “lavanderia interiore” lasciando così penna e calamaio unici e indiscussi colpevoli agli occhi del lettore bigotto sempre annidiato in questo mondo sincopato. Così come è molto più difficile fare sesso che l’amore… così come è molto più difficile stare dalla parte dei buoni che trovare una chance per i cattivi. Lo stile narrativo da te perseguito (sicuramente con tracce autobiografiche) ha bisogno di un pungolo per svegliare il sonno omogeneo dei lettori non vedenti… coloro che riescono a scavallare dalle righe e non hanno la fantasia operosa di leggere “tra le righe”… il più famoso “vedo-non vedo” cui si tende sempre in fotografia per elevare l’eros a forma artistica, quale credo sia! Quindi, Buon anno a te ed alla tua fantasia, con la speranza di “ripetermi” con la lettura del tuo “viaggio” attraverso il piacere!

    Liked by 1 persona

    • Ti ringrazio!?!? Cosa dire…è proprio “tra le righe” e il vedere “smerigliato” che si annida la mia ispirazione, che sta poi, anche un po’ in bilico tra il prendersi un po’ sul serio, l’ironia e qualche sorriso! Un Buon anno anche a te!!

      Mi piace

  2. Quello che scrivi, ho letto in giro e anche questa presentazione, necessita da parte mia di una lettura completa e attenta. Non mi sento di dire altro per ora, il sesso può essere vita o morte, letteratura o inutili volgarità; BLU dice il giusto quando afferma che la letteratura erotica è molto più difficile da gestire di qualsiasi altra, il confine tra volo e schianto è troppo sottile. Tornerò.

    Liked by 1 persona

  3. Demonio

    Che dire? Molto simpatico questo spazio, ho letto anche un racconto e credo che ne leggerò altri.Mi piace questo genere di erotismo e ogni tanto c’è bisogno di leggere anche qualcosa di più leggero!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...