MIDNIGHT IN SAMOTHRAKI I parte

Video

Noleggiammo un pulmino piccolo e partimmo. Luca passò puntuale sotto casa, scese e mi raggiunse al portone aiutandomi con lo zaino. Portai con me poche cose: qualche jeans, due magliettine, un paio di sandali con un tacco vertiginoso e due gonne, era chiaro che il “poche cose” fosse ironico, lo spazio se lo mangiava tutto il beauty case, tra creme solari, spazzole e asciugacapelli, e soprattutto l’intimo, come qualche completino sexy afferrato in fretta e furia, e che mi ricordava che ero una donna! In quel pulmino non si respirava, faceva un caldo asfissiante. […]

Visita http://www.viviennelanuit.it/2016/01/01/midnight-in-samothraki-i-parte-2/ ‎per leggere tutto il racconto

viviennelanuit©

The Chemical Brother, It doesn’t matter, Dig your own hole, Virgin records 1997

Annunci

3 pensieri su “MIDNIGHT IN SAMOTHRAKI I parte

  1. Sbagliavo… sbagliavo… scusami “Vì”… questa storia me la son letta tre volte da sobrio e due da ubriaco di altro… ti avevo già detto che mi rapisce la tua narrazione cruda… diretta… scientifica… precisa… arguta ed insanamente ironica sin dentro il “lapalisiano”!!! Stupenda… grazie.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...