HEY GIO’

Standard

Carola conobbe Giò su una di quelle chat per imparare le lingue straniere. Una di quelle chat, la cui patina culturale nascondeva un folto sottobosco di porno-scrittori, e lei avvocatessa di uno Studio Legale sottopagato, umiliante, strisciante e avvilente non poté negare di averne fatto parte per qualche periodo della sua vita, dopotutto scrivere porcherie in altre lingue è affascinante ed aumenta ancora di più l’eccitazione. Giò questo il suo nick, era un vegano toscano uno di quelli riciclati dagli anni settanta, avete presente? In ogni modo, Carola si sentiva depressa e giù di corda e i suoi discorsi su quelle cazzate macrobiotiche le tenevano compagnia. […]

Visita http://www.viviennelanuit.it/2015/07/10/hey-gio/ per leggere tutto il racconto

viviennelanuit©

Immagine: Arash Radpuour, ‘Untitled’, 2011.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...